Stomatite

La stomatite è un processo infiammatorio che può comparire sporadicamente o con cronicità. L’infiammazione può colpire la cavità orale localizzandosi in un punto preciso o coinvolgere in maniera generalizzata la mucosa orale, dunque localizzarsi all’interno delle guance, su palato, lingua, gengive o labbra, e può interessare qualsiasi fascia d’età dai bambini agli adulti e colpire anche gli animali.

Generalmente la stomatite si manifesta attraverso la comparsa di afte, ovvero delle piccole ulcere dolorose che possono estendersi fino a 2 centimetri e che rappresentano un vero problema soprattutto durante il momento del pasto.
Ma a queste ulcere possono aggiungersi numerosi altri sintomi, tra cui: gonfiore, arrossamento, sanguinamento delle gengive, alitosi.

Per porre rimedio al problema è dunque necessario indagarne le cause scatenanti.

Cause

Non è ancora del tutto chiaro cosa determini la stomatite. Gli esperti hanno dichiarato che si tratta di una combinazione di diversi fattori, per questo le cause possono essere molteplici.
Qui di seguito elenchiamo le più frequenti:

  • allergie o sostanze irritanti
  • intolleranze alimentari
  • carenza di alcune vitamine come ad esempio ferro, vitamine B12
  • difese immunitarie basse

Inoltre ci sono alcuni fattori che espongono maggiormente al rischio di stomatite. Infatti una cattiva igiene orale, l’abuso di alcuni farmaci, l’utilizzo di apparecchi ortodontici, traumi alla bocca e anche stress, fumo e alcol potrebbero determinare la comparsa di stomatiti ricorrenti.

Durata

La durata dell’infiammazione varia a seconda delle cause scatenanti.
In genere in situazioni non molto gravi, le lesioni tendono a sparire entro un paio di settimane mentre per le situazioni più complicate bisognerà attendere più di un mese.

Stomatite: come curarla?

Indipendentemente dalle cause, è sempre bene partire da una corretta igiene orale: lavarsi regolarmente i denti mezz’ora dopo i pasti e utilizzare almeno una volta al giorno filo interdentale e collutorio. Utilizzare spazzolini da denti con setole morbide per evitare di irritare le gengive.
Per quanto riguarda l’alimentazione, è consigliabile evitare cibi piccanti o troppo acidi, mangiare molta frutta e verdura e bere molta acqua.
In condizioni normali le afte guariscono spontaneamente nel giro di un paio di settimane.
È possibile porre rimedio al fastidio e al dolore attraverso l’utilizzo di:

  • collutori, con lo scopo di ridurre il dolore e l’infiammazione
  • gel e creme da applicare direttamente sulla lesione
  • antibiotici (solo se prescritti dal proprio medico)

Nel caso in cui la stomatite non guarisca o si manifesti con ricorrenza, è bene contattare il proprio dentista che, dopo un’attenta valutazione, saprà suggerire il trattamento più adatto.

Richiedi informazioni