Riparazione ponte dentale

I ponti dentali possono durare molti anni, a volte però è necessaria una riparazione o una loro sostituzione. Il ponte dentale serve per sostituire uno o più denti mancanti e di solito è ancorato attraverso due corone ai denti sani più vicini, che per questo motivo vengono chiamati “denti pilastro” o d’appoggio. Potresti aver bisogno di una riparazione perché il tuo ponte dentale si è rotto, staccato o scheggiato o perché il tuo dentista ha identificato un problema durante il controllo di routine.

Contatta il Pronto Soccorso Dentistico a Roma e Ostia 

Cause ponte dentale rotto o staccato

La maggior parte dei ponti ai denti sono fatti di ceramica o porcellana fusi con una struttura metallica sottostante. La mancanza di igiene orale può causare rotture, distacchi e altri problemi simili. I batteri possono accumularsi sotto il ponte e attorno alle corone dentali e produrre così carie nel dente pilastro attiguo. In questo modo il dente d’appoggio può fratturarsi e danneggiare il ponte.

In altri casi può rompersi la struttura metallica sottostante o fratturarsi il rivestimento in ceramica/porcellana. A volte non ci sono problemi strutturali ma magari il ponte non si adatta bene alla bocca o il suo colore non corrisponde a quello dei denti circostanti.

Ponte dentale che si muove o si stacca: quando intervenire

I ponti ai denti sono una soluzione efficacie alla caduta dei denti, ma non quella permanente. Quanto dura infatti un ponte dentale? Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che un ponte dentale dovrebbe durare in media dai 5 a 7 anni, secondo altri anche 35 anni.

Ma poiché i denti d’appoggio sono coperti dalle corone, i segni di carie possono non essere ben visibili. Ci si può accorgere però di un eventuale problema se i denti e le gengive sono molto sensibili. Potresti anche notare una piccola crepa o sentirla con la lingua, oppure potrebbero staccarsi dei frammenti di porcellana. Se noti schegge o crepe, se senti dolori e sensibilità durante la masticazione o lo spazzolamento o vedi che il ponte dentale si muove, dovresti chiamare immediatamente il dentista.

Come riparare un ponte dentale

La tipologia di intervento varia in base alle cause della rottura o del distacco. Se il problema scaturisce dal dente pilastro, il dentista dovrà rimuovere il ponte. I ponti sono in genere fissati al dente pilastro con del cemento, quindi la rimozione comporta la rottura del ponte originale.Una volta che il dente di supporto è stato curato con una pulizia dentale accurata, è possibile ancorarci un nuovo ponte.

Se l’odontoiatra non può curare il dente di supporto perché ormai la carie è in stato molto avanzato, sarebbe opportuno sostituirlo con un impianto dentale che supporti il nuovo ponte, attraverso un intervento di chirurgia orale.

Se la porcellana si è fratturata ma il ponte è sano, in genere è possibile riparlarla con molta facilità e senza la necessità di interventi invasivi.

Consigliamo inoltre di evitare adesivi e kit fai da te perché potrebbero compromettere il ponte dentale.

Riparazione ponte dentale Roma

Il nostro Pronto Soccorso Dentistico è specializzato in interventi d’emergenza come la riparazione di un ponte dentale. Utilizziamo solamente materiali certificati che consentono la lunga durata del dispositivo odontoiatrico e garantiamo velocità d’intervento a prezzi sostenibili. Chiamaci o scrivici per prenotare una prima visita senza impegno presso i nostri studi a Roma e Ostia.

Richiedi informazioni