come togliere il tartaro dai denti

Come togliere il tartaro dai denti? Hai mai avuto la spiacevole sensazione di avere i denti non puliti? Ti sei mai chiesto come  avere una perfetta igiene orale? Bene, vediamo come risolvere questo problema. 

Cosa è il tartaro

Il tartaro, spesso definito impropriamente come placca (che in realtà si forma solo successivamente), è una sorta di pellicola, trasparente o tendente al giallo o nei casi peggiori al marrone, che va a ricoprire lo smalto dei denti. 

Si forma con i batteri, il ph della saliva, le proteine e le scorie degli alimenti che rimangono nella bocca. Quando il tartaro si è ormai fermato sulla superficie dentale non basta un semplice spazzolino per rimuoverlo, ma serve una pulizia dentale

Perchè si forma il tartaro

I fattori che determinano il formarsi del tartaro sono diversi. È bene sapere che dopo solo 4 ore da un pasto, senza lavarsi accuratamente i denti, la bocca è attaccata dai batteri. 

Ci sono diversi tipi di tartaro: quello sulla superficie esterna del dente, quello sopragengivale costituito da piccole incrostazioni di colore bianco e giallo che si trovano tra le gengive ed il dente e quello  sottogengivale, più profondo, che può portare al sanguinamento delle gengive e, alla lunga, alla parodontite.

Come togliere il tartaro dai denti

Ecco una lista di consigli pratici per togliere il tartaro definitivamente. 

 

  • Lavarsi i denti almeno 3 volte al giorno. Poichè la formazione del tartaro dipende da un accumulo di residui, spazzolare i denti è fondamentale per evitare incrostazioni. 
  • Usare il filo interdentale e lo scovolino. Non basta lo spazzolino. Per rimuovere quello che rimane sui denti dopo la spazzolamento, specialmente nello spazio tra i denti, è opportuno utilizzare il filo e uno scovolino di buona qualità. 
  • Sciacquarsi la bocca con il collutorio. È un antiplacca per definizione e aiuta a rimuovere quello che rimane nella bocca dopo un pasto. 
  • Limitare o evitare il fumo. Un veleno per la salute, in generale, e anche per quella del tuo cavo orale. 
  • Moderarsi con l’uso dell’alcol perchè questo genere di bevande contengono zuccheri e sostanze acide che intaccano lo smalto e lo lasciano in balia del tartaro. 
  • Usare l’idropulsore che rimuove i residui più di quanto riesca a fare lo spazzolino. 
  • Non esagerare con gli zuccheri, nemici peggiori della salute dei denti.
  • Fare visite di controllo dal dentista. Un professionista sa valutare e consigliarti le soluzioni migliori, come l’ablazione del tartaro,  per avere una bocca in perfetta salute. 

Abbiamo scritto questo articolo sulla detartarizzazione, ogni quanto va effettuata. Per essere sicuri di avere una corretta prassi di igiene orale e conoscere lo stato di salute dei propri denti è necessaria una pulizia dentale professionale.

Richiedi informazioni