terapia gnatologica

La terapia gnatologica permette di risolvere quelle problematiche legate, generalmente, alle articolazioni e ai muscoli tra la mandibola ed il cranio chiamate in gergo tecnico Articolazioni Temporo Mandibolari.

Gli elementi anatomici studiati dalla gnatologia sono molteplici a partire dalla mandibola, dalla base del cranio e dal disco articolare, senza dimenticare tutti i legamenti ed i muscoli che ne garantiscono il funzionamento.

Spesso però la struttura mandibolare viene compromessa da particolari disturbi che possono essere classificati in tre grandi categorie:

  1. Compressione del Legamento: accade quando il disco mandibolare non è nella corretta posizione determinando quindi, dolori durante i movimenti mandibolari e nei casi più importanti provoca versamenti liquidi. Questa patologia nel corso del tempo può sfociare in forme particolari di artrosi, oltre che una deformazione del condilo.
  2. Dislocazione del disco con riduzione: è presente quando il disco mascellare si trova spostato in avanti ponendo il paziente in difficoltà nell’apertura della bocca. Infatti il movimento del condilo non è fluido e porta la bocca ad aprirsi con una deviazione verso il lato compromesso determinando uno scatto della mandibola.
  3. Dislocazione del disco senza riduzione: questa particolare condizione della mandibola impedisce al paziente di aprire la bocca e nel caso farlo provando molto dolore. Questa accade quando il disco si trova in una posizione anteriore rispetto al condilo, impedendo il completo movimento del disco ed il conseguente blocco dell’articolazione.

Per fare una corretta diagnosi sui disturbi gnatologici è possibile sostenere dei particolari test clinici che, insieme ad una attenta osservazione permettono di comprendere la natura del disturbo, che può essere articolare o muscolare. In questo campo, la risonanza magnetica è lo strumento migliore perché è l’unico capace di individuare il disco articolare.

Una volta effettuata la diagnosi è possibile passare alla terapia gnatologica che differisce, ovviamente a seconda dei casi, prevedendo, apparecchi occlusali, sedute di terapia ortodontica  e riabilitazione neuro-muscolare mediante micro-vibrazioni fino ad arrivare alla terapia protesica.

La gnatologia permette di intervenire con una di queste strategie terapeutiche lo si fa per migliorare la qualità di vita del paziente eliminando il dolore, riducendo il carico sulle articolazioni e ripristinando, tra le varie funzioni fisiologiche quella masticatoria.

Le terapie gnatologiche sono pensate per condizionare in maniera corretta il movimento delle articolazioni, per rilassare i muscoli mandibolari mentre i bite neuromuscolari sono utilizzati, in generale, per ripristinare la funzione ortopedica mentre, più in generale, sono scelti per risolvere particolari problematiche.
Per comprendere quale trattamento gnatologico è opportuno per risolvere il tuo specifico problema contatta i nostri dentisti prenotando una prima visita senza impegno.