tecniche impianti dentali

L’implantologia moderna ha apportato all’odontoiatria nuove e diverse tecniche perfezionate dall’introduzione della tecnologia e rese ancor più sicure da materiali innovativi che fanno di questa disciplina scientifica una della migliori soluzioni per riabilitare il cavo orale.
L’osteointegrazione è il principio su cui si basa la nuova implantologia e che prevede il posizionamento dell’impianto nell’osso che, nel tempo, verrà integrato fisiologicamente; i materiali scelti sono in titanio uno dei migliori materiali biocompatibili in commercio che riduce al minimo il rischio di rigetto da parte del paziente.

Per utilizzare l’implantologia è necessario conoscere il percorso clinico di ogni paziente e valutare attentamente la qualità ossea di questi, per aiutarsi a fare una corretta diagnosi oggi è possibile servirsi della tecnologia Dental Scan. Questo esame permette di effettuare una Tac all’osso mascellare e ricostruire tridimensionalmente, attraverso un software, entrambe le arcate dentali e determinare tutte quelle variabili necessarie per l’inserimento di un impianto osteointegrato.

Esistono diverse tipologie di impianti dentali, che differiscono tra loro per caratteristiche ed esigenze, ecco le più utilizzate.

  • Implantoprotesico convenzionale

Da sempre l’implantoprotesi ha risolto problemi legati alla perdita di denti mediante l’inserimento, all’interno dell’osso una sorta di radici artificiali che prendono il nome di impianti endossei sui quali vengono posti denti artificiali, questa metodologia prevedeva tempi più dilatati a causa dell’utilizzo di protesi provvisorie per 4 o sei mesi.

  • Implantoprotesi a carico immediato

L’implantologia a carico immediato permette di riabilitare in maniera veloce la funzione masticatoria del paziente ed anche quella estetica, oggi è quella più utilizzata e permette di sostituire uno solo elemento dentario o intere arcate dentali. Molti sono i vantaggi per coloro che scelgono questa tecnica come una riduzione dell’atrofia ossea, elimina le scomodità delle protesi fisse e riduce notevolmente i denti per una estetica migliore in poco tempo.

  1. Implantoprotesica “All-on-Four”
    La tecnica “All on four” permette di impiantare protesi che si sorreggono su 4 impianti, i perni che sostituiscono le radici dei denti persi sono fatti a forma di vite su cui vengono fissati impianti capaci di sostituire un’intera arcata dentale utilizzando materiali affidabili e che espongono il paziente ad un rischio minimo, se non inesistente.
  2. Implantoprotesica “All-on-Six”
    La “All on six”si basa sullo stesso principio della prima, ma ancora la protesi su sei impianti dentali in parti dell’osso strategici, il paziente, in questo modo, può ottenere una una protesi tra le 4 e le 36 ore dall’intervento chirurgico garantendo un’ottima guarigione ossea. Il dentista inserisce 6 impianti, uno per ogni arcata e ancora, in giornata, le protesi, per poi revisionare il tutto solo dopo sei mesi.

Per conoscere quale impianto dentale è consigliato per la tua particolare situazione prenota la tua visita senza impegno nella nostra clinica e torna ad avere un bellissimo sorriso.

Richiedi informazioni sugli impianti