paziente sottoposta a sedazione cosciente

Cerchi un centro odontoiatrico che pratichi la Sedazione cosciente a Roma?

Scopri tutto quello che occorre sapere su questo trattamento.

L’uso della sedazione cosciente dal dentista è raccomandato o richiesto in alcuni trattamenti dentali, a seconda della gravità della condizione di salute della bocca o delle possibili complicanze che possono verificarsi durante l’intervento effettivo. In molti casi sono gli stessi pazienti a richiederla, a causa dell’ansia e della paura che gli interventi odontoiatrici possono provocare. In questo articolo scoprirai tutto quello che occorre sapere sulla sedazione cosciente, come prepararsi e cosa fare una volta che l’effetto principale sia svanito.

Cos’è la sedazione cosciente?

La sedazione cosciente è una combinazione di farmaci che aiutano a rilassarsi (sedativi) e a non percepire il dolore (anestetici) durante un intervento medico o dentistico. Questo comporta che il paziente sarà sveglio ma probabilmente non riuscirà a parlare. Può essere somministrata per via orale o per via endovenosa. Il dentista ha bisogno di una formazione speciale per applicare entrambi i metodi, e lo specialista che la somministra è di solito il chirurgo orale.

Alcuni dei farmaci più comuni utilizzati per i trattamenti dentali sono l’Ativan, Lorezepam, Phenergan e Sublimaze.

Quando è necessaria?

Il caso più frequente in cui si ricorre alla sedazione in odontoiatria è quando il paziente deve essere sottoposto a un intervento chirurgico lungo e complesso che può causare ansia e disagio. È difficile prevedere come reagiscono i pazienti alle sensazioni e ai suoni che accompagnano gli interventi dentistici, per questo motivo viene utilizzata per interventi come l’inserimento di impiantiestrazioni dentali e operazioni alle gengive. La procedura di solito viene effettuata presso uno studio medico, ma a volte viene eseguita anche in un centro ospedaliero o chirurgico, a seconda del caso e delle raccomandazioni del dentista o del chirurgo orale. In tutti i casi occorre essere qualificati per eseguirla.

Cosa fare dopo il trattamento?

Dopo si avverte una leggera sonnolenza ed è possibile avere mal di testa o percepire fastidi allo stomaco. Durante il recupero, un dito del paziente verrà collegato a un dispositivo speciale (l’ossimetro a impulso) per controllare i livelli di ossigeno nel sangue. Verrà inoltre controllata la pressione sanguigna ogni 15 minuti.

Il paziente dovrebbe essere in grado di tornare a casa dopo circa 1 o 2 ore dal trattamento.

Quando sei a casa si dovrebbe:

  • Mangiare un pasto nutriente per recuperare l’energia
  • Evitare di guidare, utilizzare macchinari di vario genere, bere alcool e svolgere altre attività in cui si richiede particolare attenzione per almeno 24 ore
  • Chiedere un parere medico prima di prendere qualsiasi medicinale o integratore a base di erbe
  • Se si è stati sottoposti a un intervento chirurgico, seguire le istruzioni del medico per il recupero e la rimarginazione delle ferite

I rischi

Si tratta di una procedura sicura. Tuttavia se il livello di sedazione è molto alto possono verificarsi dei problemi alla respirazione. Per questo motivo ci sarà sempre un assistente sanitario a controllare l’intera procedura e se necessario fornirà al paziente degli strumenti per aiutarlo a respirare.

Sedazione cosciente presso il nostro Pronto Soccorso

Nel team del nostro Pronto Soccorso Dentistico a Roma e Ostia opera Michele Messina, specialista in anestesia e rianimazione e membro A.I.S.O.D. (Associazione italiana sedazionisti odontoiatrici).  Il dottor Messina vi consentirà di sottoporvi a interventi dentistici in totale tranquillità e assenza di dolore. Per qualsiasi domanda contattaci al numero 06 5683647 oppure scrivici.

Prenota una prima visita senza impegno