perimplantite

Gli impianti dentali si possono infettare e recare dolore? La risposta è sì. La causa sono i batteri, quegli stessi batteri che sui denti naturali causano l’insorgenza delle carie o della parodontite, nei tessuti intorno agli impianti dentali possono determinare la perimplantite.

Questi batteri si infilano tra i tessuti molli e la superficie dell’impianto e causano un’infiammazione e quindi un lento e progressivo riassorbimento dell’osso che sostiene l’impianto dentale. È una malattia subdola che sorge frequentemente nei pazienti fumatori o nei pazienti che hanno perso denti a causa della parodontite (piorrea). Il paziente non si accorge di nulla e l’osso intorno all’impianto viene progressivamente perso, fino a quando è troppo tardi per poterla curare.

Per maggiori informazioni contatta il Pronto Soccorso Dentistico al numero  06 5683647.

Perimplantite: sintomi, cause e rischi

Il paziente può presentare dei fattori che aumentano il rischio di incorrere in questa infezione dell’impianto dentale. I fumatori per esempio sono più a rischio rispetto al non fumatore, e alcune malattie come il diabete o particolari sbalzi ormonali possono aumentare la carica batterica presente sulle superfici perimplantari e generare complicanze.

Tra le cause primarie, la scarsa igiene orale e la presenza di periodontite e infezioni gengivali restano le più frequenti.

La perimplantite comincia con una mucosite, un’infiammazione della mucosa della bocca che se ben trattata può regredire. Quindi occorre stare molto attenti quando si posizionano gli impianti e utilizzare tecniche di Implantologia ben collaudate.

Infezione impianto dentale: le cure

I dati desunti dalla letteratura scientifica e i casi trattati dal nostro Pronto Soccorso Dentistico confermano che negli ultimi anni c’è stato un aumento di pazienti colpiti da perimplantite.

La diagnosi si basa sul riscontro di un’infiammazione spesso accompagnata dalla fuoriuscita di materiale purulento (pus), e sempre abbinata ad arrossamento e gonfiore delle gengive e a perdita di osso. Una volta esclusi i casi per mobilità degli impianti o per severe perdite di osso di supporto, in cui è richiesta la rimozione degli impianti stessi, le opzioni terapeutiche hanno comunque sempre come obiettivo primario la rimozione del tessuto infetto e la decontaminazione delle superfici implantari.

Non esiste tuttavia un protocollo di cura perché è sempre molto difficile decontaminare la superficie implantare e spesso occorre intervenire più volte a distanza di tempo.

Queste in sintesi le cure più comuni:

  1. Levigatura (curettage gengivale) o terapia-laser
  2. Trattamento antibiotico e lavaggi con collutori a base di clorexidina
  3. Intervento di chirurgia orale

In caso di perimplantite avanzata occorre:

  1. Rimuovere gli impianti
  2. Decontaminare l’area
  3. Aspettare che l’osso guarisca
  4. Eseguire un Dental scan per controllare lo stato di salute dentale e poi riposizionare gli impianti

Questa patologia in genere si verifica dopo 4-5 anni dall’inserimento dell’impianto dentario.

Prevenzione

Alcune importanti misure preventive possono ridurre il rischio di essere colpiti da perimplantite. In particolare gli impianti dentali devono essere inseriti all’interno di bocche opportunamente curate e preparate, non devono esserci altre infezioni come quelle gengivali per esempio, e non devono esserci lesioni cariose.

Il nostro consiglio è quindi quello di non far sorgere l’infezione batterica, attraverso una costante pulizia degli impianti e dei denti, evitando il fumo e sottoponendosi a controlli periodici dal dentista. Quando si decide di intraprendere un percorso di cura con l’implantologia dentale è molto importante considerare alcuni fattori quali la professionalità del chirurgo orale, la marca degli impianti (devono essere sempre di altissima qualità) e la manutenzione degli stessi da parte del paziente. La chirurgia implantare deve essere eseguita con apparecchiature tecnologicamente adeguate e con strumentazione appropriata.

Hai dolore a un impianto dentale?

Contattaci per prenotare una prima visita dentistica senza impegno presso le nostre sedi a Roma e Ostia.

Prenota una prima visita senza impegno