Alito cattivo

L’alito pesante o alitosi è un problema che affligge circa il 5o% della popolazione mondiale, non tutti sanno però che la causa principale risiede proprio nella scarsa igiene orale. Scopriamo insieme perchè e come intervenire.

Alitosi e denti: qual è il nesso?

Secondo studi scientifici circa la maggioranza dei cattivi odori ha origine direttamente nella bocca, e non nello stomaco. Solo l’1% dei soggetti colpiti da alitosi ha problemi all’apparato digerente e soltanto il 10% invece soffre di sinusiti, tonsilliti e problemi respiratori. Occorre quindi prestare particolare attenzione all’igiene orale e ha tutto ciò che serve per mantenere puliti le bocca e i denti.

Lavare i denti poco e male causa il deposito di detriti organici nella cavo orale e il conseguente accumulo di tartaro e di placca batterica. Questo accumulo, a contatto con un ambiente come la bocca in cui scarseggia l’ossigeno, può infiammare le gengive, in alcuni casi addirittura deteriorarle fino alle radici, e procurare parodontiti, carie e ascessi gengivali che sono tra le principali cause dell’alito pesante.

Cattive abitudini alimentari come diete a base di cibi molto zuccherati o proteici, consumo di alcol e tabagismo contribuiscono poi a peggiorare la situazione.

In estrema sintesi i disturbi dentali che possono causare alitosi sono:

  • Accumuli di tartaro e proliferazioni della placca batterica
  • Malattie parodontali (piorrea) e gengiviti
  • Necrosi della polpa dentale
  • Protesi e otturazioni mal realizzate o fratturate in cui è facile il depositarsi di residui alimentari
  • Denti del giudizio non del tutto emersi o mal posizionati che rendeno difficile la pulizia dentale

Alitosi-batteri

Alito cattivo: come intervenire?

Preso atto delle cause primarie, va da sé che una corretta igiene orale possa prevenire in modo considerevole l’insorgenza dell’alito “puzzolente”, ridurne l’effetto e in alcuni casi anche eliminarla. In ogni caso è bene fare una seduta di ablazione del tartaro almeno 2 volte all’anno per una pulizia più approfondita.

Vediamo le cure dentali che possiamo applicare:

  • Spazzolamento accurato dei denti 2 o 3 volte al giorno e uso del filo interdentale per eliminare i detriti alimentari più nascosti
  • Uso di collutori specifici a base di clorexidrina la quale ha una positiva azione antibatterica
  • Masticare chewing-gum a base di fluoro e menta per attenuare l’odore
  • Spray, soprattutto a base di aloe e mentolo
  • Pulire la lingua con spazzolino tradizionale o specifico per evitare il formarsi una patina di tossine e residui che in alcuni casi può donare il tipico colore biancastro

Se i disturbi dentali da cui deriva il problema sono più profondi occorre invece rivolgersi a odontoiatri professionisti che sapranno indicarti il trattamento più idoneo ed eliminare l’alito pesante alla radice. Prenota una visita dentistica senza impegno o chiamaci al 393 850 98 02, siamo a tua disposizione in qualunque momento e a qualunque ora, anche notturni e festivi.